Ikea potrebbe presto mettere i suoi mobili in affitto

DiLuca

Ikea potrebbe presto mettere i suoi mobili in affitto

Ikea affitto
La sharing economy sta rapidamente cambiando i nostri stili di vita. Le auto diventano condivise, le stanze degli appartamenti prendono il posto di quelle degli hotel. E così anche un colosso come Ikea potrebbe presto inaugurare un nuovo business: quello dei mobili in affitto. La curiosa possibilità è stata ventilata dall’amministratore delegato del colosso svedese, Jesper Brodin, in un intervento al World Economic Forum di Davos, ripreso dal Telegraph. “Tutto potrebbe essere affittato, ha dichiarato, anche un semplice tappeto”.

Dietro questa uscita, che ha tutto l’aspetto di un’anticipazione per il futuro prossimo, ci sarebbe sostanzialmente due motivi. Il primo, appunto, sarebbe quello di venire ulteriormente incontro alle necessità in rapidissimo cambiamento dei lavoratori e degli studenti di oggi. Un pendolare che lavora a Londra, come ha suggerito lo stesso Brodin, potrebbe non essere interessato a costruirsi una vera e propria casa nella metropoli, e dunque l’affitto dei mobili potrebbe essere una buona soluzione per arredare il proprio pied-à-terre temporaneo.

L’altro, invece, sarebbe legato alla sostenibilità ambientale. Un armadio in affitto, per esempio, potrebbe facilmente essere riutilizzato o riciclato, se lasciato sotto un’attenta supervisione. Ciò per evitare un eventuale abbandono in discarica, o un ciclo di utilizzo del mobile al di sotto del suo potenziale. Le politiche di Ikea, d’altronde, sono ormai da anni attente alle tematiche legate alla sostenibilità: in Giappone, per esempio, è stata avviata una sperimentazione che permette ai clienti di riportare i vecchi divani al punto vendita, invece di disfarsene in altri modi.

Leggi anche

Ciò permetterebbe anche in questo caso il riciclo di parti e materiali.

Info sull'autore

Luca administrator

Commenta